Ioscrittore 2022, come funziona quest’anno (e qualche consiglio)

Ci siamo quasi. Sta per iniziare il concorso Ioscrittore 2022!
Cos’è, come funziona, quali tattiche adottare? Io ho partecipato due volte, entrambe le volte arrivando in finale. Ti racconto come funziona e ti do qualche piccolo consiglio.

Cos’è Ioscrittore?
Ioscrittore è il concorso del Gruppo editoriale Mauri Spagnol per aspiranti scrittori. Molto seguito, nel 2020 sono stati 5.600 circa i partecipanti. In palio la pubblicazione con una delle case editrici del Gruppo.

Ecco come funziona. 
Puoi iscriverti già adesso, e da dicembre ad aprile caricare il tuo incipit sulla piattaforma. Il file, che deve seguire alcune norme grafiche descritte sul regolamento, dovrà contenere le prime pagine del tuo romanzo (da 30.000 a 60.000 battute). 
Ad aprile inizia il lavoro. 

Sul tuo account personale della piattaforma Ioscrittore ti saranno caricati una decina di incipit (potrebbero essere anche meno) di altri partecipanti. Dovrai leggerli tutti, commentarli, e dare un voto secondo alcuni parametri che ti saranno forniti. Il tuo incipit sarà a sua volta letto da una decina di partecipanti (anche qui il numero può variare leggermente) e commentato. 
Consegnati i tuoi – e solo in questo caso – al termine della prima fase riceverai i commenti sul tuo incipit. In base ai giudizi sarà stilata una classifica (invisibile ai concorrenti) e i primi trecento (l’ultima edizione erano quattrocento) incipit classificati passeranno alla fase finale. 
E qui inizia il bello. 

Le possibilità a questo punto sono tre. 
La prima
: non sei passato, fattene una ragione, leggi i commenti e cerca di migliorare per l’anno prossimo. 
La seconda: non sei passato, ma se vuoi puoi continuare come lettore (potrai ancora giudicare, ma sarai fuori gara). 
La terza: eureka, sei passato! Stappa quello buono e rimettiti all’opera! La fase più “faticosa” comincia adesso. 

È il momento di consegnare il plico. Carichi sulla piattaforma la tua opera (completa, questa volta), e ti saranno caricati dieci romanzi altrui, che dovrai leggere per fine settembre-ottobre, di solito. Leggere e commentare, come hai fatto con gli incipit.
A questo punto intervengono gli editor delle famose case editrici e designano una rosa di 10 finalisti (di questi, tutti avranno il libro pubblicato in versione digitale). 
Ci sarà una giornata finale (le ultime due sono state in remoto) in cui sarà proclamato il vincitore definitivo, quello a cui sarà pubblicato il romanzo in forma cartacea. Fine. Tutto l’iter dura da aprile a novembre.

Analizziamo adesso i pro e i contro del concorso Ioscrittore. 

Pro
È gratuito, è seguito da editor di grandi case editrici, alcuni partecipanti delle edizioni passate sono diventati poi autori di successo (Silvia Celani e Ilaria Tuti, per esempio), e puoi ottenere svariati pareri sul tuo romanzo.

Contro
Avrai da leggere e commentare 10 incipit e, se passi in finale, 10 romanzi interi. Nelle intenzioni degli organizzatori i voti dovrebbero essere dati con criterio, competenza e onestà, ma non sempre accade. Spesso i commenti non sono leali e, spiace dirlo, nemmeno competenti. 

E ora alcuni consigli per avere qualche probabilità in più nel concorso Ioscrittore. 

CONSIGLI PER IOSCRITTORE

Occhio all’impaginazione. Segui fedelmente le norme grafiche del concorso. Sul sito è possibile scaricare un file di esempio che mostra come impaginare l’opera. Attieniti quanto più riesci a questo esempio.

Concentrati sulle prime pagine. L’incipit è importantissimo e deve acchiappare il lettore da subito (ne parlo più approfonditamente qui). Perciò rendilo potente e accattivante. 

Correzione di bozze. Fai attenzione ai refusi, alla grammatica e rispetta le norme redazionali (virgolette giuste, attenzione agli spazi prima degli apostrofi ecc.). Un testo pieno di errori dà al lettore un immediato senso di amatoriale, e tu non vuoi che questo succeda. Vero?

Falla facile. Non proporre testi troppo lunghi e complicati. Semplici, chiari, leggeri, meglio se ironici – l’ironia acchiappa sempre in questi concorsi – e non troppo lunghi. Sì, c’è un massimo di battute (800.000) ma non è il concorso adatto a presentare tomi mastodontici. 

Tieni presente che il testo sarà letto da persone che come te dovranno leggere e commentarne altri 9, persone che come te stanno partecipando a un concorso e non hanno nessun vantaggio a farti emergere. Anzi. Hai presente quando Alessandro Borghese parla di strategggia? Il principio è lo stesso. Abbassare i voti degli altri per avere più possibilità di vincere. 
Come dici? Puoi fare lo stesso? 
Certo, ma capiamoci: su cinquemila concorrenti ne vince uno, gli altri vincono solo la possibilità di avere dei giudizi sul proprio testo per poterlo migliorare. Non è il caso di essere onesti, leggere fino in fondo le opere altrui e valutarle con correttezza, rispetto e competenza?
Va detto che per invogliare a letture e giudizi più accurati GeMS assegnerà anche il premio Miglior lettore; i primi dieci classificati vinceranno un e-reader e un buono per l’acquisto di libri. 

Per concludere, un paio di segnalazioni per approfondire e trovare altri spunti.

C’è un gruppo Facebook che esiste ormai da anni, ha quasi duemila iscritti che si incontrano per confrontarsi e chiacchierare sugli incipit assegnati e anticipare i loro voti (senza nominare mai i nickname degli autori, pena la squalifica). È un gruppo aperto e, anche se non hai un profilo Facebook, puoi leggerlo tranquillamente.

In questo post, l’autrice Samanta Sitta, (premiata anche come migliore lettrice a Ioscrittore), racconta della sua prima esperienza con il concorso, nel 2019. Interessante e spassoso.

Vuoi raccontare la tua esperienza con Ioscrittore? Scrivilo nei commenti. Mi farebbe piacere conoscere anche la tua testimonianza diretta.
Be’, spero di averti chiarito alcuni dubbi. Dovessi averne altri, sai come contattarmi. Ora non mi resta che augurarti buona fortuna per la tua partecipazione a Ioscrittore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: