“L’eterno marito”, di Fëdor Dostoevskij | Recensione

Vel’caninov, un quarantenne ben inserito della borghesia Russa, è alle prese con uomo singolare e inquietante, che lo spia, lo segue e cerca di entrargli in casa. È il marito una sua ex amante, che lo informa della morte di lei. Pavel Pavlovic, questo il nome dell’uomo, cercherà l’amicizia di Vel’caninov, in un susseguirsi di stoccate tese a un tangibile e tragico esito finale.

In questo romanzo breve che arriva cinque anni dopo Delitto e Castigo, va in scena una dinamica già esplorata da Dostoevskij, quella del gatto con il topo, in cui si incontrano due archetipi della letteratura dell’autore: l’eterno marito e l’eterno amante. L’eterno marito è incarnato da Pavel Pavlovic, l’uomo che lungo il corso della propria esistenza non riesce mai a essere niente di più che il prolungamento, l’appendice della donna che accompagna in quel periodo. Uomini che per le donne si annullano. Viceversa Vel’caninov è l’eterno amante, il classico farfallone amoroso di dapontiana memoria, incapace di costruire un legame fisso e duraturo, ma perennemente attratto dal fascino femminile.

L’amante subisce i punzecchi del marito tradito nell’incertezza che questi sappia dei tradimenti della moglie con lui. Si innesta così una tensione narrativa che troverà risoluzione solo alla fine, quando tutti i nodi si scioglieranno e i misteri saranno svelati.  

I toni sono accesi, enfatici, le reazioni sempre sopra le righe, alla ricerca di un risultato fastidioso, straniante. Comico, quasi. Una parodia del mondo inamidato della borghesia, delle linde sovrastrutture sociali poste a nascondere le peggiori nefandezze: il sottosuolo, come l’autore stesso avrà modo di definirlo in una sua successiva, celeberrima produzione.

Questo di Dostoevskij è un romanzo breve ma estremamente pregno, anche se – personalissima opinione – qualitativamente lontano dai suoi capolavori. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: