“La Promessa” di Damon Galgut – Recensione

Damon Galgut, splendida penna, stile e consapevolezza ad altissimo livello. Ma, diavolo, stargli dietro.“La Promessa” è una bella saga familiare, molto inserita nel tessuto sociale sudafricano. Accessibile a tutti, ma credo che chi ha dimestichezza con questo territorio e ne conosce la storia degli ultimi trent’anni sia agevolato nella lettura. La narrazione si scagliona inContinua a leggere ““La Promessa” di Damon Galgut – Recensione”

“Il male maggiore”, di Emiliano Sabadello – Recensione

Stephen King racconta le sue storie restituendo ai lettori un ritratto non edulcorato dell’America contemporanea. La sua particolare attenzione all’esperienza femminile si evince dalle sue protagoniste, sempre dotate di complessità psicologiche accuratamente indagate e descritte. Ne Il male peggiore – Stephen King e la violenza contro le donne, Emiliano Sabadello (già autore di diversi saggiContinua a leggere ““Il male maggiore”, di Emiliano Sabadello – Recensione”

Ioscrittore 2022, come funziona quest’anno (e qualche consiglio)

Ci siamo quasi. Sta per iniziare il concorso Ioscrittore 2022!Cos’è, come funziona, quali tattiche adottare? Io ho partecipato due volte, entrambe le volte arrivando in finale. Ti racconto come funziona e ti do qualche piccolo consiglio. Cos’è Ioscrittore?Ioscrittore è il concorso del Gruppo editoriale Mauri Spagnol per aspiranti scrittori. Molto seguito, nel 2020 sono statiContinua a leggere “Ioscrittore 2022, come funziona quest’anno (e qualche consiglio)”

“Cacciatori di frodo”, di Alessandro Cinquegrani – Recensione

Libro d’esordio di Alessandro Cinquegrani, finalista al Premio Calvino e candidato al Premio Strega. Efficace (e purtroppo sottovalutato) esempio di flusso di coscienza nella narrativa contemporanea.

«Uguaglianza, senso critico ed empatia (e niente social)»; ecco il mondo post-Covid immaginato da Chimamanda Ngozi Adichie

Uguaglianza, senso critico ed empatia (e niente social): ecco il mondo post-Covid immaginato da Chimamanda Ngozi Adichie. La trascrizione integrale dell’intervento di Chimamanda Ngozi Adichie al Salone del Libro di Torino.

“Il partigiano Johnny”, il linguaggio unico del romanzo e i suoi tratti distintivi

Che Il partigiano Johnny sia il capolavoro di Fenoglio è chiaro, lampante. È vero che i gusti sono gusti ma per me è un dato incontestabile. I personaggi sono vivi e reali, la narrazione asciutta e crudele, portata con uno stile narrativo eccezionale, che convoglia in sé il gusto della narrazione espositiva e un linguaggioContinua a leggere ““Il partigiano Johnny”, il linguaggio unico del romanzo e i suoi tratti distintivi”

L’isola dell’abbandono, di Chiara Gamberale | Recensione

La protagonista Arianna cerca di uscire dal suo personalissimo labirinto, fatto di trappole e vicoli ciechi che lei stessa sembra avere disposto attorno a sé. Complice un uomo, figura mefistofelica che in questo labirinto si è calato insieme a lei

Recensione: “L’invenzione del suono”, di Chuck Palahniuk

La figlia di Foster è scomparsa durante un gioco che stavano facendo insieme. Doveva rincorrerla, trovarla, che è esattamente quello che ha fatto per i successivi diciassette anni.Mitzi è una richiestissima foley artist di Hollywood, una rumorista. La sua specialità: gli urli. Terrificanti come i suoi nessuno è ancora stato in grado di produrne. MaContinua a leggere “Recensione: “L’invenzione del suono”, di Chuck Palahniuk”